fbpx
enit
enit

Thomas Biagi Biografia

THOMAS BIAGI E I SUOI VALORI

Un pilota dalle mille risorse.
La passione come stile di vita.

Pilota vincente, volto televisivo, coach di esperienza e manager dai solidi principi. Thomas Biagi è tante cose diverse, ma è soprattutto il partner ideale per la vostra azienda nel mondo del Motorsport, sia per iniziative di sponsoring che per eventi incentive. Uno dei driver più apprezzati del panorama internazionale, sempre con lo sguardo rivolto al futuro e alle spalle una organizzazione evoluta – Racing Studios – per un’esperienza che sa abbinare emozioni e risultati, formazione e divertimento, attraverso una serie di attività corporate totalmente customizzate sulle vostre esigenze.

20 anni di corse, con il vizio della vittoria.

Con un palmares di 92 podi e 6 titoli conquistati a bordo di vetture Ferrari, Maserati e BMW in oltre 200 gare disputate – tra Kart, GT1, Superstars e altri campionati di grande prestigio – Thomas Biagi è uno dei piloti italiani più conosciuti agli sportivi e al pubblico del Motorsport a livello internazionale. Per la vostra realtà, la garanzia di poter collaborare con un driver di eccellenza che ha vinto in tutte le categorie nelle quali ha corso e che continua ancora oggi a regalare podi, vittorie ed emozioni ai suoi fan. Oltre 10.000 fedelissimi che lo seguono su Facebook, in TV e in pista, in qualsiasi parte nel mondo.

Solo un campione può guidare il successo della vostra azienda.

This is my last theme

2 volte Campione del Mondo GT1

2 volte Campione Europeo (Superstars e GT Open)

3 Campione Italiano (Kart, Superstars, GT)

La stoffa del numero uno, anche come comunicatore.

Le sue doti comunicative unite a un pizzico di ironia, hanno reso celebre Thomas Biagi come volto televisivo e commentatore delle principali competizioni del Motorsport. La sua competenza lo vede spesso impegnato come opinionista per alcune importanti testate sportive. Il suo carisma ne fa lo speaker ideale per congressi e convention, con speech motivazionali ed interventi legati alla leadership. La sua esperienza in pista e le sue capacità di formatore sono un grande richiamo per tanti piloti che vogliono migliorare i propri skill e per i corsi di guida veloce dedicati a privati e aziende, unendo sempre la passione ai risultati.

Da manager di se stesso a manager del marketing sportivo.

Thomas Biagi è un self made man a tutti gli effetti che in 20 anni di carriera ha costruito da solo il suo brand, diventando non solo un pilota affermato ma un vero e proprio manager del marketing sportivo. Thomas ha ideato marchi di successo come Sogno Rosso – piattaforma di incentive in pista. Ha progettato insieme ai suoi ingegneri un simulatore monoposto all’avanguardia attorno cui si è sviluppata la sua accademia Laboratorio Piloti. Gestisce da anni progetti di sponsoring legati non solo alla sua persona ma anche al mondo della Formula 1 e della MotoGP. Una serie di iniziative che oggi, insieme a uno staff altamente qualificato, ha voluto raccogliere all’interno di Racing Studios.

Biografia

Ha vinto in tutte le categorie nelle quali ha corso: 6 titoli internazionali in 14 anni

Thomas Biagi: un pilota che ha fatto della sua passione uno stile di vita dentro e fuori dagli autodromi di tutto il mondo: Oggi, oltre ad essere uno dei driver professionisti in attività più apprezzati nel motorsport grazie ai 6 titoli internazionali conquistati nel mondo delle ruote coperte, l’esperienza acquisita nella gestione di team da competizione lo ha fatto diventare anche un ottimo manager nell’area degli incentive aziendali.

Thomas Biagi nasce a Bologna nel 1976, e inizia la sua carriera, come tanti piloti di F1, dal karting, dove si laurea Campione Italiano. Thomas è un precursore nell’automobilismo perché diventa il primo corridore dell’era moderna a passare alle monoposto ancora minorenne, a 16 anni, come avrebbero poi fatto dopo di lui tanti campioni contemporanei. Dopo un anno in Formula Alfa Boxer, ancora minorenne, sale in Formula 3, la vera palestra dell’automobilismo. In questa categoria coglie diversi successi per affrontare poi una brillante esperienza in F.3000 Internazionale, dove si laurea vice Campione Europeo, battuto soltanto dall’allora giovanissimo Felipe Massa. L’esperienza acquista in diversi anni di monoposto gli permette di compiere numerosi test con diverse vetture di F1.

Nel 2003 Biagi decide di dare una svolta alla propria carriera, così lascia le monoposto e passa alle ruote coperte con una Ferrari 550 della classe FIA GT. Grazie a 6 successi, dei quali 5 consecutivi, si laurea Campione del Mondo nella competitiva serie FIA GT1 dove si riconferma iridato nel 2007 con la Maserati MC12. Questo trionfo gli permette anche di vincere l’ambito trofeo Casco d’Oro di Autosprint.

Nel 2009 per Thomas le sfide impossibili sono una costante, così nel 2009 si impegna su ben tre campionati: Speedcar Series, FIA GT1 e Le Mans Series. Nella categoria Sport Prototipi, con la Lola Judd, si aggiudica la vittoria al debutto nella “1000 Km di Barcellona” e conclude la stagione dominando la 6 Ore di Vallelunga.

Nel 2010 un altro grande cambiamento: abbandona le GT e sceglie l’emergente Campionato Superstars dove corre con le M3 del Team BMW Italia di Roberto Ravaglia al quale rimarrà legato per tre stagioni. Grazie a 3 vittorie e 8 podi si laurea Campione Italiano e Campione Internazionale al primo tentativo.
La stagione 2012 è più intensa che mai: Thomas partecipa contemporaneamente alla Superstar Series ed al Campionato Italiano GT. Le vetture sono la collaudata M3 nella prima categoria e la Z4 GT3 nell’altra. Concluderà la Superstars al terzo posto assoluto, ma si laurea Campione Italiano GT per la soddisfazione della Casa Bavarese che, premierà i tre titoli vinti da Thomas, con il suo riconoscimento più prestigioso: il BMW Sports Trophy, che lo vede primeggiare su ben 243 piloti iscritti. Premio che gli varrà un test con una vettura DTM a Valencia.

2013
2014
2015

Il 2013 vede un altro profondo cambiamento: Thomas lascia la casa dell’elica per passare alla stella a tre punte. Disputa infatti il Campionato Internazionale Superstars al volante di una Mercedes C63 AMG vincendo già al debutto a Monza e duellando per il titolo fino alla fine.

Nel 2014 Biagi decide di tornare sulla scena internazionale nel monomarca più selettivo al mondo: la Porsche Supercup International. Solleva il bilancio stagionale con due vittorie in GT: una alla 6 ore di Roma al volante dell’Audi R8 GT3 ed una al Motor Show di Bologna nell’ultima sua gara con la BMW M3 “E92”.

Nel 2015 Thomas ritorna nel Campionato Italiano Gran Turismo al volante di una McLaren 12/C GT3 nella doppia veste di pilota e Team Principal della Scuderia Racing Studios da lui stesso fondata. La soddisfazione principale viene dalla doppia pole position nella gara di Imola.

Il 2016 è l’anno del grande riscatto. Biagi decide di puntare tutto su un marchio italiano per eccellenza quale Lamborghini e prende così parte al Campionato GT Open International al volante di una Huràcan GT3 del Team Lazarus. Grazie ad 1 vittoria e 8 podi su 14 gare conquista il titolo di Campione GT Open al debutto nella categoria.
Il 2017 è l’anno della continuità. Biagi resta fedele alla Lamborghini e al Campionato GT Open International ma cambia scuderia passando all’Imperiale Racing di Mirandola che gli mette a disposizione una Huràcan GT3 per difendere il titolo e la targa di numero 1 conquistata sul campo. Attualmente, quando mancano 3 gare al termine, è Leader del Campionato.

Copyright © Thomas Biagi Racing